Parliamo di pelle del viso e nella fattispecie di fotoaging

Parliamo di pelle del viso e nella fattispecie di fotoaging:


Nell'età che va dai 25 ai 45 anni si parla di fotoaging lieve-moderato di tipo 1 con le seguenti caratteristiche: discromie lievi,cute opaca e ruvida al tatto, iniziali rughe frontali,glabellari,naso-geniene e perioculari. In questo caso consiglio un trattamento ridensificante potenziato con complesso dermo-ristrutturante a base di amminoacidi,antiossidanti,vitamine e sali minerali, capace di reintegrare i nutrienti essenziali per la rigenerazione cutanea. Il protocollo che eseguo è di 3 fiale di redensity1, una ogni 3 settimane.
Tra i 45 edi 60 anni si parla di fotoaging avanzato di tipo 2 che presenta discromie diffuse, teleangectasie, cute opaca e ruvida al tatto, rughe medio profonde. In questo secondo caso abbino un filler dinamico alla ridensificazione, in particolare utilizzo una fiala di rha1 seguita da 2 fiale di redensity 1 dopo 2 e 5 settimane dalla prima.
Il fotoaging severo tipo 3, riguarda pazienti con età superiore ai 60 anni. Sono presenti discromie diffuse evidenti, teleangectasie, cute ispessita ed ingiallita, cheratosi senili/attiniche,aspetto sgualcito,cedimento dell'ovale, lassità cuteaneo-muscolare, rughe muscolo-mimiche marcate diffuse e rughe attiniche severe. In questo caso eseguo un doppio beauty booster dinamico che anticipa i tempi fisiologici di risposta del tessuto, per una sua riattivazione profonda.La sinergia di ridensificazione e filler dinamico crea una matrice strutturale di sostegno e riempimento del tessuto con un effetto prolungato e cumulativo nel tempo. Il protocollo prevede una prima fiala di rha1, una seconda a 2 settimane di redensity 1, una terza a 4 settimane di rha 1 ed infine una quarta di redensity 1 a 6 settimane.

 

.