Rinoplastica

Rinoplastica

ll naso è una parte importante del viso in quanto ne determina l’armonia complessiva.

Questo intervento viene effettuato allo scopo di correggere gli inestetismi ed i deficit funzionali che sono di regola congeniti o secondari a danni provocati da eventi traumatici.

Le incisioni vengono praticate tutte all' interno. La modifica delle dimensioni e della forma del naso vengono effettuate rimuovendo e modellando le strutture ossee e cartilaginee che compongono l'impalcatura della piramide nasale. La pelle si adatterà, grazie alla sua elasticità, alla nuova condizione. Di regola esiste un'ampia variabilità di risultati possibili. La scelta del risultato ideale viene fatta dal paziente e dal chirurgo sulla scorta di un accurato studio preoperatorio in vivo e su immagini del soggetto che tenga conto in particolare dell'insieme delle caratteristiche estetiche e fisiognomiche del viso. In linea generale sono da evitare cambiamenti eccessivi che difficilmente si armonizzerebbero con le altre strutture della faccia. L’intervento dura da mezz'ora ad un'ora e mezza a seconda del grado di complessità delle correzioni richieste. Associata o meno alla rinoplastica vi è la correzione della punta o “tip plasty”. L’anestesia utilizzata è quella generale o locale con sedazione a seconda del grado di complessità e della situazione psicologica del soggetto.

Dopo l’intervento può essere necessario applicare dei tamponi per due giorni circa mentre sul dorso del naso viene posta una placchetta di protezione che  limita il gonfiore post-operatorio. Questa placchetta viene sostituita dopo 5/6 giorni con un'altra mantenuta per altri 3-4 giorni.

Di regola bisogna attendersi la presenza di gonfiore ed eventualmente qualche ecchimosi. Queste ultime tendono a diminuire giorno dopo giorno e quando la placchetta sarà definitivamente asportata una buona parte del gonfiore sarà scomparso.

L'intervento di rinoplastica non è doloroso, vi è solo il disagio provocato dal gonfiore e dalle ecchimosi che possono essere limitati dall’applicazione di ghiaccio. Il paziente può tornare a casa tranquillamente già un paio d’ore dopo l’operazione. Nella settimana che segue la rimozione della placchetta è opportuno applicare quest'ultima durante la notte.  Nel primo mese bisogna provvedere ad una buona pulizia del naso ed evitare traumi anche minimi che potrebbero dislocare le strutture osseo cartilaginee e di conseguenza vanno evitati sport in cui vi sia contatto fisico.  Inoltre per i primi due/tre mesi è opportuno evitare lunghe esposizioni al sole che potrebbero far rigonfiare il naso.

 

  • Rinoplastica 03 (prima)
  • Rinoplastica 03 (dopo)
  • Rinoplastica 04 (prima)
  • Rinoplastica 04 (dopo)

Commenti (1)

  • Marco

    16 Febbraio 2016 at 10:13 |
    Molto interessante.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.